Archivio | settembre, 2012

“IO RESTO IN MOLISE”. L’UPM pubblica il “Manifesto della Restanza”

20 Set

 

PRINCIPI

Il Manifesto della Restanza si ispira all’esperienza pionieristica di “Io resto in Calabria”, intrapresa da Pippo Callipo. All’ “Elogio della Restanza”, di Pino Aprile. All’opera “Pietre di pane, un’antropologia del restare” del professor Vito Teti.

OBIETTIVI

1) La mission di “Io resto in Molise” non è il campanilismo idiota, ma l’esatto contrario: l’apertura inclusiva.

È indispensabile viaggiare, muoversi, per conoscere, imparare e lavorare, studiare altrove con i progetti di integrazione europea e internazionale. Sono indispensabili tutte le esperienze temporanee di crescita.

Il nostro obiettivo fondamentale è batterci per non svendere le nostre risorse umane di qualità.

Il nostro obiettivo fondamentale è riportare la nostra ricchezza personale nella nostra terra, il Molise.

2) Abbiamo intenzione di valorizzare e rivitalizzare la storia, i luoghi, la gastronomia, lescritture, le narrazionitutto il patrimonio culturale, materiale e immateriale, del Molise. Patrimonio inteso non in senso tribale, da identitarismo da cortile, ma come frutto di un crocevia culturale che risale alla notte dei tempi, pregno di influenze culturali semitiche, saracene, greche, latine, neolatine…

3) Abbiamo intenzione di diffondere e promuovere un consumo consapevole di beni e servizi prodotti dalle imprese molisane e meridionali, con sede legale in Molise o in altre regioni del Meridione. Per una concreta rinascita economica.

– Pagina facebook: (Accedi)
– Manifesto in formato pdf: (clicca qui)
– Logo “Io resto in Molise”: (clicca qui)

 

Annunci