Primarie. Il “Cappellaio” Paglione, l’ “Acrobata” Micaela Fanelli e il “Dovutamente corretto” Danilo Leva.

29 Nov

Sfruttare le Primarie come prova di forza per le imminenti elezioni regionali. A Montenero, come ho già detto, tale fenomeno non è avvenuto. Ma in buona parte del Molise, sì. “Giù le mani dalle Primarie!”, mi verrebbe da gridare, come Don Chisciotte sul suo ronzino, mentre le pale girano. E a farle girare sono rispettivamente:

– Il “Cappellaio” Candido Paglione, che in modo esplicito, cinico e disinvolto mette il cappello sul risultato ottenuto, affermando:

“Il risultato totalizzato da Nichi in Molise si rivela importante per gli equilibri politici molisani e, credo, per la spinta a sinistra della coalizione. Con il voto di ieri abbiamo messo in sicurezza il nostro patrimonio ideale e valoriale e avvertiamo qualche responsabilità in più in vista delle prossime elezioni regionali. Penso, infatti, che al momento di sedersi intorno al tavolo questo risultato vada tenuto in debita considerazione”.

Io, che alle Primarie ho votato convintamente per Nichi Vendola, di certo non l’ho fatto per far sedere Paglione “intorno al tavolo” di cui parla.

– L’ “Acrobata” Micaela Fanelli, che prima si autoincorona come Giovanna D’Arco del Fortore per la memorabile impresa:

“E’ un risultato eccezionale di Renzi, e nostro nel Molise. Eravamo pochissimi sostenitori a fronte dello Stato maggiore del Pd”.

 e poi conclude, con sfacciata e poco credibile adulazione, accarezzando il bacino elettorale vendoliano:

“Vendola, con il 25%, dimostra un grande appeal personale, ma anche la bellezza e la condivisione di valori di tantissimi tifosi che molto hanno lavorato. I risultati di Renzi e Vendola sono la conferma della voglia di cambiamento che si respira forte in Molise!”

 – Lungi da me il tessere le lodi di Danilo Leva, ma in questo contesto si è dimostrato il più corretto. Il segretario regionale del PD si è limitato a ringraziare i volontari e ad esaltare la straordinaria affluenza. Probabilmente, perché Bersani ha ottenuto in Molise una percentuale di voti più bassa di quella nazionale.

Ma al di là dell’imbarazzo o dell’orgoglio per i risultati ottenuti, tutti avrebbero dovuto comportarsi così. 

.

Lorenzo Di Stefano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: